Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

giovedì 11 ottobre 2012

Palloncini a sorpresa.....le forme del pane!!!




 
Questo post non è incentrato su un particolare ingrediente ma su un'altra mia passione....le forme  del pane...  mi piace andare alla ricerca di forme strane e poco viste che valorizzino  al massimo il pane, che di per sè è già un prodotto magnifico,...ma abituati ad averlo in tavola tutti giorni diciamo che ci siamo un pò annoiati.....

  Un pò di tempo fa avevo fatto un post sulla couronne bordelaise...ed anche questa volta torniamo in Francia, bisogna ammetterlo in fatto di "Les façonnages des pains"sono straordinariamente bravi.
Questa ricetta l'ho presa da un libro stupendo  "Pane"di Richard  Bertinet....mi ha incuriosito la forma ma soprattutto l'uso.....l'effetto è scenografico ve lo assicuro!!!!!

Un libro in cui l'autore vi spiega come creare cinque impasti che sono alla base di cinquanta differenti tipi di pane.
L'impasto utilizzato per fare i palloncini è "l'impasto bianco" semplicemente :
farina ,acqua,sale e lievito.

In questo caso viene usato il lievito di birra....., io panifico molto con lievito madre, ma credetemi ,il lievito di birra se utilizzato con criterio dà eccellenti risultati.

Impasto bianco
Prima di iniziare a fare l'impasto accendete il forno al massimo e mettete dentro la pietra refrattaria o una placca pesante.

Dose per circa 20 palloncini.

10 gr. di lievito di birra fresco
500 gr. di farina forte (io ho usato la molino rossetto W 400)
10 gr. di sale
350 gr. di acqua

Alcuni accorgimenti da seguire:
setacciate la farina anche 2-3 volte, non ci devono essere grumi, questo è fondamentale per la riuscita dei palloncini.

Amalgamate il lievito con la farina, sfregando con le dita.
Aggiungete l'acqua e il sale.
Per  l'impasto a mano : in una ciotola  mescolate gli ingredienti con l'aiuto di una spatola arrotondata o semplicemente con la mano, per circa 2-3 min o fino a qiuando l'impasto inizia a formarsi.
Io mi sono affidata alla planetaria: ho messo farina e lievito sbricioladolo bene e poi ho aggiunto l'acqua in cui avevo sciolto il sale...ho lasciato lavorare fino a quando l'impasto non si stacca dalla ciotola.
Nel libro c'è una sequenza di foto dove viene spiegato il metodo di lavorazione dell'impasto a mano....qui vi metto link dove vedete bene il movimento http://www.youtube.com/watch?v=nmRt5O4rd8o&feature=relmfu.


Anch'io, una volta tirato fuori l'impasto dalla ciotola della planetaria, ho effettuato questi movimenti...sentirete cambiare la massa sotto le vostre mani....e chi ha fatto dei corsi con Adriano Continisio e Paoletta sà di cosa parlo....eccolo qua..l'impasto piano piano diventa liscio...


Lo arrotondiamo a palla e lasciamo riposare coperto per 20 min.


Mi raccomando la tavola deve essere pulitissima, setacciate la farina che utilizzerete.









Dividete l'impasto in palline di 40 gr. circa, coprite con un canovaccio e lasciate riposare per 5 min.


 Eliminate ogni residuo di impasto secco dalla tavola e dal mattarello...è importante altrimenti i palloncini non si gonfieranno.










Aiutandovi con un pò di farina stendete l'impasto formando un disco con uno spessore di 2-3 mm.










Trasferite su una paletta o teglia senza bordi.....








lasciateli scivolare sulla pietra...dopo pochi minuti inizieranno a gonfiarsi; quando hanno assunto un bel colore dorato e, se "bussate" delicatamente "suonano" sono pronti.
Non tutti i palloncini verranno perfetti, non vi scoraggiate...già dal secondo vedrete i risultati.
Metteteli a raffreddare su una griglia.

Il momento migliore per servirli è 3-4 ore dopo la cottura, ma potete anche conservarli in un recipiente a chiusura ermetica, no in un sacchetto di plastica diventerebbero morbidi.


Per servire




Spennellare il fondo con un pò di acqua e rimuovere delicatamente un pò di pasta.





Riempire con insalatina bene bene, naturalmente l'insalata non va condita altrimenti il palloncino si ammorbidisce.


Servite in tavola.




Ogni commensale con un colpetto di posata romperà il suo palloncino per scoprirne l'interno.....e voilà il gioco è fatto.





37 commenti:

  1. Che bellini che sono! Adesso non rimane che provarci con la pasta madre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già hai proprio ragione....li proverò con la pasta madre!!!!!

      Elimina
  2. Donatella dire che sei bravissima è dire poco sei superlativa ed originale nella tua ricerca del e sul pane. Ora ti obbligo a dirmi dove hai preso quel libro che lo devo assolutamente avere! Cmq se proprio brava ed è naturale che ti sia divertita sei stata davvero brava, complimenti davvero sinceri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stupisci...non hai questo libro????? Lo trovi su amazon sicuramente!!!
      Mi piace divertirmi...e impastare mi diverte tantooooo!
      Grazie!!!

      Elimina
  3. Ma... ma che meraviglia!!! :D Voglio farli assolutamente, sono bellissimi!!! :D Complimenti, sei sempre bravissima ed ogni tuo post è una scoperta :) P.s.: utilizzando lievito madre essiccato, in che dosi? Un bacione, buona serata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...ma con lievito madre ancora devo sperimentarlo.....quindi ancora non posso dirti nulla!!!!

      Elimina
    2. Ok, grazie lo stesso! Proverò così allora! ;) Bacioni e buona giornata :)

      Elimina
  4. wow! fantastici! e la ricetta con la pasta madre qual'è? :-P

    RispondiElimina
  5. Ciao, ....ancora non ho provato a farli con la pastra madre.....rimedierò!!!

    RispondiElimina
  6. Sono uno spettacolo, mi ricordavo di averli visti in qualche libro ed ero invogliata a comprarlo proprio per fare questi! Mi sembrava di ricordare fosse di Giorilli, ma adesos che vedo la copertina mi ricordo che erano in questo libro di Bertinet...Complimenti pe rl ariuscita...Li voglio proprio provare!

    RispondiElimina
  7. Grazie Martina, appena ho avuto tra le mani quel libro volevo fare tutto....è bellissimo!!!
    Se li provi poi fammi vedere come ti son venuti!!!!

    RispondiElimina
  8. davvero strabilianti ne sai una piu del diavolo brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,mi piace provare sempre cose nuove!!!!

      Elimina
  9. ma che grandissima idea!!! brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia....l'idea è di R. Bertinet...io l'ho copiataaaaa, ma quanto mi sono divertita!!!!

      Elimina
  10. Avevo puntato anche io questo libro, credo sia ora di comprarlo: secondo me, questo potrebbe contenere anche il segreto della rosetta soffiata, studiandoci su... vedremo! Ben trovata. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,il libro merita veramente.....la rosetta soffiata è un miraggio lontanooooo per me , ma mai dire mai!!!!

      Elimina
    2. Io ci ho provato, se vuoi ti passo il link, chiedimelo su fb (qui magari rischia di sfuggirmi). Pero' ho usato una farina sbagliata, poco forte.:))

      Elimina
  11. Bellissimi! Sono arrivata qui tramite il blog di Martina, bella spiegazione chiara e precisa.
    Anche io vorrei provare a farli con la pm ... vediamo cosa viene fuori! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry....per essere passata!!!
      Si con la pasta madre ormai è d'obbligo ci si deve provare!!!!

      Elimina
  12. Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo...non sai quanto mi fà piacere un tuo complimento!!!
      Buona giornata!!!

      Elimina
  13. non potevo non provare a farli subito...ma il risultato è stato deludente...diciamo che il primo era pressochè piatto, l'ultimo si era gonfiato un bel pò...però forse 40 g a pallina sono davvero pochi, viene un dischetto poco più grande di un piattino da thè...e l'insalata dove la metto? :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace...l'importante è avere la tavola pulitissima e non ci devono essere residui di impasto secco...io la farina l'ho setacciata 2 volte...se solo c'è un pezzettino di impasto secco non si gonfiano....questa è la cosa importante...poi certo su 10 3 vengono male...soprattutto òla prima volta.
      Per quanto riguarda il peso...sono porzioni individuali...se spingi dentro bene bene l'insalata ce ne va una discreta quantità...deve essere pigiata bene perchè così quando rompi il palloncino praticamente salta fuori!!!
      Spero che tu non demorda riprovali e vedrai!!!
      Ciao e grazie
      Dona

      Elimina
  14. provo domani pomeriggio per una cena... ti farò sapere :)

    RispondiElimina
  15. Sono senza parole!!!li devo fare sono bellissimi

    RispondiElimina
  16. Questo è davvero un pane meraviglioso e la tua splendida spiegazione, di cui ti ringrazio, denota passione e competenza. Brava Donatella. Grazie per la ri-condivisione che mi ha permesso di scoprirlo ^_^

    RispondiElimina
  17. un'idea nuova e originale, mi piace!!!

    RispondiElimina
  18. giovanna bianco

    www.pastaenonsolo.it

    RispondiElimina
  19. Ciao Donatella, ci siamo conosciute al bellissimo corso sul pane che hai tenuto da Ciavattini ad Ancona (ero quella col bambino). Io e mio figlio abbiamo rifatto i palloncini altre due volte e sono venuti benissimo. Grazie per i tuoi preziosi insegnamenti e per la tua gentilezza!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Liliana mi fa veramente piacere, queste sono le cose che mi danno soddisfazione!!!
      Grazie ancora e un abbraccio al bimbo che è stato veramente in gamba.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...