Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

mercoledì 13 novembre 2013

La finta sfoglia e i famosi sacrestani



Quante volte avete pensato di provare a fare la sfoglia?
E soprattutto quante volte avete rinunciato?
Io tante, tantissime volte...un po' per il tempo, un po' anche per la difficoltà di reperire un buon burro adatto all'occasione, eppure difficilissima non è.
Lo ammetto spesso l'ho presa già fatta anche se poi in quella che comperi di burro non ce ne è proprio.
Qualche tempo fa, nel bellissimo blog di Adriano Continisio, lessi questo post sulla finta sfoglia.
Devo essere sincera all'inizio ero un po' perplessa, ma una volta che la provi poi non la lasci  più.
Non so esattamente chi è l'ideatore o ideatrice di questa meravigliosa ricetta, ma la ringrazio tantissimo per averla condivisa, perché veramente è qualcosa di eccezionale....ottieni una sfoglia con 3 e dico 3 pieghe, leggera, gustosissima, e che sfoglia veramente; incredibile, la guardavo crescere nel forno e mi ripetevo non è possibile, non è possibile!
Vi consiglio vivamente di provarla, io ormai ne ho sempre un panetto in frizzer e poi non sapete le innumerevoli varianti che si possono fare, dal dolce al salato.

In questo caso ho fatto un impasto neutro e l'ho utilizzato per fare queste sfiziose sfogliatine dal nome bizzarro la cui ricetta è presa da un ricettario dei monasteri.


Ingredienti per la finta sfoglia:
  • 125 g di philadelphia o altro formaggio della stessa consistenza
  • 125 g di farina 00
  • 80 g di burro morbido
Per il procedimento vi rimando al blog di Adriano dove trovate chiare spiegazioni corredate da foto.



I sacrestani

Ingredienti :
  • finta sfoglia o pasta sfoglia 350 g
  • 50 g nocciole tostate ridotte in granella  ( a piacere mandorle o altra frutta secca)
  • 50 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
Procedimento:
tritare grossolanamente le mandorle e mescolarle con lo zucchero.
Stendere la pasta formando un rettangolo piuttosto regolare e spennellatela con l'uovo leggermente sbattuto. Spolverizzare la superficie con il composto di mandorle e zucchero e con l'aiuto del mattarello cercate di far aderire il composto alla pasta, poi rovesciate su un altro foglio di carta forno e si ripete il tutto.
Tagliate delle strisce larghe circa 1,5 cm e lunghe circa 6 cm., torcetele leggermente su se stesse.


Trasferitele in una teglia con carta forno e mettetele in frigo a riposare per almeno 10 min.

Cottura:
preriscaldare il forno a 180° e cuocete per 15 min., controllate perchè si devono leggermente dorare e non scurire.
Lasciatele raffreddare su una gratella.

15 commenti:

  1. Che buoni .... le ricette dei monasteri sono una garanzia!!!
    Ormai uso solo la "finta" sfoglia, ma la preparo diversamente solo con burro congelato, acqua e farina è ottima ma voglio provare anche la ricetta che hai usato tu, potrebbe essere una sorpresa :-)

    RispondiElimina
  2. Buoni mi viene l'acquolina , non ho mai provato la finta sfoglia ma mi hai convinto ci provo !!!
    Un abbraccio ;-))

    RispondiElimina
  3. Buona questa "finta sfoglia" .sei proprio brava! Cuochina! Ciao a presto

    RispondiElimina
  4. Buona!!!! L'ho fatta anch'io una volta e l'ho trovata davvero furba e leggera (almeno un po' di + dell'originale..)
    Bellissimi i tuoi stuzzichino, ottimi x l'aperitivo!
    Un bacio
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è veramente facile da fare, grazie e ciao.

      Elimina
  5. E vai a pensare che con il formaggio cremoso ottieni una finta sfoglia!!! Geniale...e bellissimi questi sacrestani...assolutamente da provare!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Silvia ti sorprenderà!!!!
      Grazie.

      Elimina
  6. wow mi attira quando avro' un attimo la voglio proprio provare

    RispondiElimina
  7. Ciao Donatella :) Buonissima la finta sfoglia, anche io la faccio spesso e faccio proprio quella di Adriano! Fantastica! Tu sei stata bravissima come sempre, questi sacrestani mi hanno fatto venire l'acquolina :P devo provare a farli :) Un abbraccio e complimenti, buon weekend :**

    RispondiElimina
  8. Questa finta sfoglia assomiglia alla sfoglia di Loriana o sfoglia dei poveretti, che circolava qualche anno fa nei fora di cucina. Mi piace questa tua interpretazione golosa.
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari è proprio lei l'autrice.....quanto vorrei ringraziarla!!!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...