Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

martedì 19 novembre 2013

Rose di pane di Matera e speck per #MangiareMatera

Con queste rose di pane




partecipo all'iniziativa Mangiare Matera.



Aspettavo con trepidazione l'arrivo del pacco con i suoi prodotti meravigliosi, uno tra questi il famoso pane di Matera, quello dall'aspetto inconfondibile con il  cornetto.

Vi riporto una citazione:
Il Pane di Matera IGP vero lucano è ottenuto con semole rimacinate di grano duro 100% lucane, di cui 20-30% semola rimacinata Senatore Cappelli.
Il rigoroso disciplinare prevede l'utilizzo del lievito madre naturale ottenuto dalla macerazione in acqua di uva e fichi.
Un pane dalla crosta bruna e croccante e dalla mollica interna dal colore giallo paglierino con splendida alveolatura soffice, il pane di Matera grazie all'utilizzo di semole rimacinate di altissima qualità e al lievito naturale si caratterizza per l'alta digeribilità e grande longevità, oltre ad un sapore straordinario ed un profumo di campi di grano e lievissime note fruttate.
Un pane profumato, con una crosta decisa proprio come piace a me, e una mollica da perdercisi...insomma se non mi sbrigavo non facevo proprio nessuna ricetta con lui, e in realtà più che una ricetta è un modo di utilizzarlo magari per un aperitivo o per un antipasto, e siceramente devo confessarvi che a me piace tanto anche da solo; in genere il pane lo preferisco assaggiare da solo per sentirne il vero sapore, poi magari lo abbino ad altro, il che non fa mai male.
In questo caso ho pensato di unire sud e nord con due prodotti eccellenti il pane di Matera: giallo, caldo, profumato; e lo speck del sud Tirolo: rosato, speziato e ricco di sapore.
Quando hai due prodotti così ci vuole veramente poco e in quattro e quattr'otto ecco fatto uno  stuzzichino, e secondo me i vostri ospiti oltre al gusto apprezzeranno anche l'aspetto.

Ingredienti:
per 12 roselline
  • 18 fette sottili di pane di Matera
  • 18 fettine di speck tagliato sottile
  • olio extravergine d'oliva
Procedimento:
tagliate il pane a fettine sottili, io ho usato l'affettatrice, dovete tagliarle in modo da poterle arrotolare su stesse senza romperle, ogni fetta va divisa in due nel senso della lunghezza in modo da ottenere 36 pezzi, per formare una rosellina vi serviranno 3 pezzi.
Mettete sopra la fettina di pane lo speck e iniziate ad arrotolare finita la prima fetta aggiungetene un'altra sempre con lo speck sopra...sino a formare la rosa.
Sistematele le rose su una teglia per muffins e prima di infornarle spennellatele leggermente con un po' di olio.
Forno preriscaldato a 200° per 5 min. il pane si deve leggermente tostare.


Ringrazio il gruppo di Mangiare Matera per avermi dato la possibilità di partecipare e in particolar modo Giovanni Schiuma che è stato gentilissimo e velocissimo nel spedire il mio pacco.
Auguro a questa azienda di avere un grande successo, puntare sui prodotti locali a volte non è facile, ma si vede che lavorano con il cuore e questo ripaga sempre.
Vi invito a visitare il loro sito Mangiare Matera

11 commenti:

  1. Che belle queste rose complimenti una ricetta tutta da provare !!!
    Un abbraccio :-)))

    RispondiElimina
  2. Queste rose sono bellissime! Sicuramente sono buone,una ricetta da provare,!brava cuochina .un abbraccio ciao

    RispondiElimina
  3. Che bello spunto x un aperitivo, grazie!

    RispondiElimina
  4. Davvero belle queste roselline!!! E immagino che profumo...

    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  5. Eccomi, in ritardo ma arrivo... in bocca al lupo per il concorso!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...