Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

martedì 21 gennaio 2014

Le pincinelle alle verdure per Extrapasta


Le pincinelle una pasta particolare fatta con la massa del pane che è tipica della tradizione contadina marchigiana, quando le nostre nonne facevano il pane prima di dare la forma alla pagnotta ne lasciavano un pezzo e preparavano questa pasta fresca lievitata, ve ne avevo già parlato in un precedente post,  ma in questo caso vi darò la ricetta per poterla fare anche se non avete intenzione di preparare il pane  e le condiamo con verdurine che cambiano a seconda della stagione, insaporite da un buon olio d'oliva.
Con questa ricetta partecipo all' iniziativa  Extraricette


dove l'olio extra vergine d'oliva ha un posto d'onore.

Ingredienti per 4 persone

 Per le pincinelle:
  • Farina 400 g di frumento
  • Acqua q.b.
  • 12 g. dilievito di birra
  • l’albume di 1 uovo
  • olio extravergine
sciogliamo il lievito di birra in poca acqua tiepida,fare una fontana con la farina alla farina versarvi al centro l’albume leggermente sbattutto e il lievito con la sua acqua e un cucchiaio di olio, lavorare l’impasto rapidamente fino ad ottenere la consistenza della pasta all’uovo. Stendere la pasta con il mattarello allo spessore di 5 mm circa. Tagliare a striscie di 3 mm di larghezza , arrotolatele sulla spianatoia formando degli “spaghettoni” e tagliatele alla lunghezza di circa 10 cm.


Per il condimento:
  • Verdure di stagione tagliate a cubetti molto piccoli: cipolla,zucchine, zucca gialla, carote, sedano, piselli, asparagi…insomma usate le verdure che vi offre la stagione in corso.
  • Parmigiano grattugiato
In una padella scaldate un pò d’olio e fate rosolare la cipolla, poi iniziate ad aggiungere le verdure che hanno bisogno di maggiore cottura come ad esempio le carote, il sedano…poi man mano aggiungete tutte le altre, il fuoco deve essere allegro e se vi piace aggiungete anche un pò di peperoncino.
Cuocere le pincinelle in abbodante acqua salata per 2 minuti, condirli con le verdurine e spolverate con  abbondante parmigiano.

10 commenti:

  1. interssante post, non avevo mai sentito parlare di questo originalissimo tipo di pasta, davvero interessante l'utilizzo del lievito nella pasta, credo di poter dire con estrema certezza che devo assolutamente prendere in considerazione l'idea di provare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca soprattutto se usi il lievito madre ti risparmierà di buttare l'esubero

      Elimina
  2. E molto originale questa pasta.brava

    RispondiElimina
  3. Oooohh che idea splendida mi piace molto questa pasta !!!!
    Ma va fatta lievitare prima di cuocerla o si cuoce subito ?
    Un abbraccio :-))

    RispondiElimina
  4. Puoi farla e cuocere subito ma se ti fa comodo puoi anche metterla in frigo oppure congelare

    RispondiElimina
  5. Ciao Donatella :) Non conoscevo questa pasta, fantastica! :D Salvo subito la ricetta, voglio provare! Complimenti e un forte abbraccio, sei sempre bravissima :) Buona serata :) :**

    RispondiElimina
  6. Mai sentito parlare di questa pasta da mia nonna, però bella davvero.
    Ottima ricetta.
    Buona settimana e a rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. é tipica dell'entroterra....ciao a presto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...