Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

lunedì 6 maggio 2013

Quanti modi di fare e di rifare: la Bougatsa di Salonicco.



Bughatsà dolce



Questo mese con gli amici e amiche di Quanti modi di fare e di rifare


andiamo in Grecia e per la precisione a Salonicco; immaginatevi seduti al tavolo di un bar in compagnia della vostra metà intenti a  degustare questa delizia di pasta sfoglia e crema: la bougatsa.

La ricetta è della cuochina Marina che ci svela i segreti di un dolce semplice ma con delle particolarità che lo rendono, a mio parere, unico nel suo genere.
Vi consiglio di andare a trovare Marina nel suo blog ricco di belle ricette corredate da foto stupende.
Per quanto riguarda la mia bougatsa ho praticamente seguito alla lettera le indicazioni di Marina, mi sono permessa di aggiungere una "cosina" che secondo me ci sta proprio bene, senza nulla togliere alla ricetta originale.
Si tratta di una glassa da spalmare sopra al dolce prima della cottura; ricordate quei biscottini di sfoglia con la glassa e un motivo a rombi sulla superficie, o meglio conosciute come allumettes? Si proprio quello strato zuccherino tanto buonoooo.

La Bougatsa di Marina

Ingredienti per 8 "fagottini"

Pasta sfoglia circa 450 gr. ( allora io avevo finito la mia scorta di pasta sfoglia e quindi lo confesso l'ho comperata, ho preso 2 confezioni di sfoglia rettangolare).

Per la crema che sarà il nostro ripieno: ( sicuramente ve ne avanzerà un pò)
  • 500gr. di latte intero fresco
  • 100 gr. di zucchero
  • 2 tuorli
  • 15 gr. di maizena
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Per la glassa delle allumettes ricetta di Luca Montersino
  • 30 gr. di albume
  • 125 gr. di zucchero a velo
  • 15 gr. di farina 00 debole
  • gelatina di albicocche circa 2 cucchiai. 

Allora prima di tutto dobbiamo fare la crema che deve  raffreddare per poterla usare.

Ultimamente faccio la crema nel microonde e devo dire che è un metodo veloce, sporco un solo contenitore e non rischio di bruciacchiarla.
Io faccio così:
in una ciotola, adatta ad andare nel microonde, mescolo bene bene i tuorli con lo zucchero e l'estratto di vaniglia, a parte sciolgo la maizena nel latte freddo, questo è un passaggio importante l'amido va sciolto in un liquido freddo in modo da evitare la formazione dei grumi, quando la maizena si è sciolta unisco il liquido ai tuorli e mescolo.
Metto nel micronde alla potenza di circa 600 w e inizio a scaldare ....la prima volta per 1,5-2 min., tiro fuori la ciotola, mescolo, e poi di nuovo dentro, continuo così facendo scaldare per un minuto circa, mescolo, e di nuovo... sino ad ottenere un composto dalla consistenza media.
Travasatela in un recipiente freddo coprite con la pellicola a contatto e lasciate raffreddare.

Ora facciamo la glassa:
in una ciotola sbattiamo leggermente l'albume e poi piano piano aggiugiamo lo zucchero a velo, mescoliamo sempre bene prima di aggiungere altro zucchero, alla fine aggiungiamo la farina.

Passiamo alla stesura della pasta sfoglia:
Stendiamo leggermente la sfoglia e ritagliamo da ognuno dei 2 fogli 4 quadrati, al centro di ogni quadrato mettiamo un cucchiaio abbondante di crema ormai fredda, e chiudiamo a lettera...vi metto un passo passo.....

bughatsà


Mettiamo i nostri "fagottini" con la chiusura sotto su una teglia con carta forno e spennelliamoli con la glassa, poi con l'aiuto di un cornetto di carta riempito con la gelatina di albicocche, tracciamo delle strisce, per facilitarvi le cose vi metto link del video  della ricetta delle allumettes di Luca Montersino.


Cottura 

Forno preriscaldato a 200° in modalità statico, infornate e dopo 10 min. abbassate la temperatura a 170° e continuate la cottura per altri 15-20 min., mi raccomando controllate perchè ogni forno è diverso.

bughatsà cottura

Ed eccoli qua questi meravigliosi scrigni di dolcezza, a Salonicco li mangiano tiepidi, ma io vi garantisco che sono ottimi anche freddi.

bughatsà Salonicco

48 commenti:

  1. Donatella, te han quedado preciosos, y tienen que estar riquísimos, anotamos la receta!!

    besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Es una muy buena tarta, ideal para el desayuno o, gracias

      Elimina
  2. Kalimera Donatella! Eccoci qui, tutti insieme nella bella ed assolata Grecia ed io sono prontissima ad assaggiare la tua favolosa Bughàtsa! Grazie per averci deliziato con questa golosissima versione e ti aspettiamo il 6 di giugno per preparare insieme i Canederli verdi di Antonella! Un abbraccio la Cuochina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato come sempre un piacere partecipare!!1 grazie a voi!

      Elimina
  3. la tua versione è meravigliosa... mi è venuta voglia di provarli, con la glassa... brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Luisa, quella glassa ci sta proprio bene.

      Elimina
  4. Non conoscevo questo tipo di "spennellatura"... leggo che è di Montersino... evviva anche da te imparo qualcosa e me lo segno perché mi piace molto l'effetto che da.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si è decisamente golosa quella crosticina zuccherosa, grazie per essere passata!

      Elimina
  5. adoro le allumettes! conosco quella di Montersino ma non l'ho mai fatta, devo!! bravissima cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vickyart,seguendo le sue istruzioni vedrai è facilissimo, grazie!

      Elimina
  6. Interessante e golosissima la glassatura, non la conoscevo ma immagino sia ottima! Da provare sicuramente la tua bellissima versione della bughàtsa! Buona settimana a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che ci sta proprio beneeee!
      Grazie Ornella.

      Elimina
  7. Ciao! Piacere di conoscerti sono paola del blog cookingedintorni.blogspot.it, sono passata qui per caso e ho deciso di diventare una tua lettrice. Complimenti questi dolcetti hanno un aspetto delizioso! A presto
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, ti vengo a trovareeee.

      Elimina
  8. hai fatto benissimo a fare questa modifica spettacolare!!! mi incuriosisce un sacco questa glassa, la voglio provare al più presto!!! brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sinceramente ci stà troppo bene!!

      Elimina
  9. Oh mamma che buoni che devono essere, sono stata diverse volte in Grecia ma questi me li sono persi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolicchio Silvia che ti sei persaaaa!
      Ciao e grazie per essere passata!

      Elimina
  10. Wow!!! ma che bella ricetta!!!! fantastica!! mi sa' che la ''rubo''!!! Mi hai fatto venire in mente che tempo fa la facevo anche io la crema pasticciera al microonde!
    Ma sai cosa, e da tempo che nn uso le uova.... le evito se posso, e anche senza uova le creme con gli aromi giusto sono fantastiche!
    Ciao e complimenti x l'originalità!!
    Dany :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono tanti modi per preparare le creme ....grazie per essee passata!

      Elimina
  11. Nooooo quelle sfogliatine glassate io le adoro... mi son sempre chiesta come erano fatte... beh ora lo so... e presto proverò a farle anche io! :-)
    Ah, è inutile dire che questa tua versione è golosissima! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia , è anche facile da fare!!!

      Elimina
  12. Che belle le tue mini bugatse sotto quella nevicata di zucchero a velo! Un bacione

    RispondiElimina
  13. Ottima idea...sia quella di fare delle porzioni singole che quella di glassarle..son venute fuori davvero invitanti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma con la scusa che erano monoporzioni me ne sono mangiate troppe!!

      Elimina
  14. Che golosità con la glassa, davvero bellissima, alla prossima!

    RispondiElimina
  15. be questa glassatura è una chiccheria... complimenti ...come l'dea delle monoporzioni...sempre molto eleganti! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si devo dire che la glassa è veramente golosa!!!! Grazie Elena.

      Elimina
  16. che bella, interessanti le monoporzioni, ma la glassatura è uno spettacolo...un salutone

    RispondiElimina
  17. Si la glassa la voglio fare anche io....e` buonissima e scrocchiante!
    Alla prossima francesca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aspetto di vedere la tua glassa....ciao e grazie.

      Elimina
  18. Ma sai che a prima vista pensavo fossero delle fette sottili di mela?
    Che ideona usare la glassa, molto bella da vedere e sarà stata anche molto buona :)
    Al prossimo mese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, magari ci stanno bene anche quelle...questo dolce è fantastico. Grazie.

      Elimina
  19. Ecco cos'era! La glassa!!!!!! All'inizio guardavo la foto e cercavo di capire cos'era e mi dava la sensazione di quei biscotti di pasta sfoglia e ci sono quelli con la stessa glassa, ma non credevo che fosse riproducibile XD Oddio! nel senso... pensavo che fosse una cosa troppo particolare e difficilissima da fare ! Davvero wow! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se devo essere sincera anch'io non pensavo che mi riuscisse...invece garantisco è proprio lei ed è buonissima. Grazie e ciao.

      Elimina
  20. Ciao Donatella,
    eccomi qua come promesso :)
    complimenti che belle ricette, e questi dolcetti di sfoglia una golosità!
    Mi sono unita come tua follow :) passa da me,
    ne sarei felice!

    Antonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, grazie per essere passata....vengo subito da te.

      Elimina
  21. Arrivo per ultima, ma lo spettacolo di queste piccole bughatse è superbo! La glassa è assai goduriosa assolutamente da provare!
    Buona serata e a rileggerci presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille...si confermo la glassa è buonissima!

      Elimina
  22. ottimo!
    se ti va passa a trovarmi:http://viviconvivi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  23. Ciao Donatella! Che spettacolo questa ricetta! Come tutte quelle che ci proponi del resto! :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...