Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

giovedì 6 marzo 2014

I pici neri...per quanti modi di fare e rifare

Quanto mi piace fare la pasta, pochi semplici ingredienti e ti ritrovi con un impasto dal profumo unico, a me piace tanto la pasta cruda, che sia a base di uova o no, poco importa, da piccola io e mio fratello rubavamo pezzi della tela appena fatta dalla nonna e dopo  "un' appallottolata"... gnam, poi se c'era il camino acceso meglio ancora, sopra i carboni ardenti il pezzettino di pasta faceva le bollicine e diventava scrocchiarello e bruciacchiato, troppo buona.




Allora per l'appuntamento di questo mese con Quanti modi di fare e rifare  facciamo i pici, la ricetta da cui partire è quella di Stella.

Stella ha fatto un classico :I pici all'aglione , aglio, pomodoro e olio extra vergine.
Per quanto mi riguarda amo l'aglio ma purtroppo non riesco a digerirlo, nemmeno utilizzando i vari trucchetti ( togli l'anima ecc ecc...).
Avevo già fatto i pici, i pici a 4 mani, con l'ausilio fondamentale del mio assistente.
Questa volta ho voluto provare a dare una nuova veste a questa pasta, seguendo le indicazioni di Stella e qualche piccola modifica ho fatto i:










Pici neri ai gamberetti e pesto.

Per i Pici
Ingredienti per 4 persone:(porzioni abbondanti)
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di semola di grano duro
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g di nero di seppia
  • circa180 g di acqua
Per il condimento:
  • 300 g di gamberetti
  • 200 g di pesto già pronto
  • pomodori secchi sott'olio.
Prepariamo i Pici:
possiamo fare con il metodo classico: fontana con le due farine setacciate ecc ecc, oppure, come ho fatto io, sfruttare l'impastatrice, soprattutto considerando che dovrete usare il nero di seppia( se decidete di farla a mano consiglio i guanti).
Nella ciotola mettiamo le due farine setacciate, il sale, l'olio e poi l'acqua piano piano in cui avrete sciolto il nero di seppia.
Lasciate lavorare la macchina sino ad ottenere un impasto solito ed elastico, coprite con pellicola e lasciate riposare per almeno 30 minuti.
Una volta che l'impasto ha riposato


* Queste sono le foto dei pici tradizionali ma il procedimento è sempre lo stesso,





si prende un po' di pasta alla volta e la stendiamo allo spessore di 1 cm. circa e tagliamo delle striscioline spesse 1 cm.











Ed ora iniziamo a "filare" i pici : fateli rotolare sulla tavola, aiutandovi con la farina di semola sino ad ottenere degli spaghettoni che potete lasciare lunghi oppure decidere di tagliarli e farli più piccoli.......



Man mano che li fate teneteli sul tagliere cosparsi di semola.



Ora prepariamo il condimento:
dal momento che il pesto è già pronto resta solo da cuocere i gamberetti, in una padella mettiamo un goccio d'olio, lo facciamo riscaldare bene e poi uniamo il pesce, a fuoco vivo li facciamo "caramellizzare" in superficie, basta veramente poco, in un attimo si colorano e restano croccanti, aggiustiamo di sale.

Cuociamo i pici in acqua bollente salata per circa 8 minuti, poi li uniamo ai gamberetti in padella, aggiungiamo il pesto e qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, facciamo saltare il tutto.
Impiattiamo e spolverizziamo con un po' di pomodori secchi tritati.



33 commenti:

  1. Buongiorno carissima Donatella,
    che profumino super invitante si odora varcando la porta della tua bella cucina! Non esitiamo un minuto ad accomodarci a tavola ed assaggiare, in compagnia, la meravigliosa, golosa versione dei Pici che hai preparato! Tanti complimenti per la tua bravura e creatività ai fornelli e un grazie affettuoso da Anna e Ornella che ti aspettano il prossimo mese da Carla Emilia per la Torta Pasqualina!
    Un abbraccio la Cuochina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ed io non vedo l'ora di fare la torta pasqualinaaaa

      Elimina
  2. Buongiorno donatella stavo sbirciando le tue ricette!quando ho visto questi pici Neri mi e venuta voglia di cucinarli e mangiarli sono buonissimiii.ora mi metteró a farli.un abbraccio,florenzia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Florenzia ho scoperto che questi pici neri o si amano o si odiano....me li hanno scambiati per vermicciattoli!!!!!

      Elimina
  3. una versione marinaresca che mi intriga moltissimo, anche io come te poi stavedo per la pasta fatta in casa

    RispondiElimina
  4. woow,sono visivamente forti!!
    delizioso l'abbinamento :)

    RispondiElimina
  5. wow i pici neri non li avevo mai visti :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Stella non c'è limite alla mente "perversa" delle cuochine!!!!!
      Grazie per la splendida ricetta!!

      Elimina
  6. Amo!!! amo la pasta colorata, proposta più volte sul mio blog..se poi sono pici, sono doppiamente buoni! Li adoro.

    Un bacione Donatella :)

    RispondiElimina
  7. Pici neri anche per te Donatella! Sono veramente gustosi, bacione a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma a casa tua come l'hanno presa.....da me li guardavano con sospetto inizialmente...poi!!!!

      Elimina
  8. Peccato la mia allergia ai crostacei....la tua versione è fantastica!
    Però il nero di seppia va benissimo...annoto per i prossimi!
    Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per la tua allergia...ma li puoi gustare in tanti modi diversi!!!

      Elimina
  9. Mi piace la tua versione con il nero di seppia. Anche il condimento è per me perfetto.

    P.S. Anche a me piace mangiare la pasta cruda.

    RispondiElimina
  10. bellissima idea al nero di seppia!!! complimenti all'aiutante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aiutante è fondamentale!!!!
      Grazie!!

      Elimina
  11. Mamma mia che versione meravigliosa!!!! mi strapiacciono così dark style!!!

    RispondiElimina
  12. Questa versione marinara è davvero golosa!!
    Alla prossima!!!

    RispondiElimina
  13. Invitanti al nero di seppia, bravissimo l'assistente sicuramente avrà collaborato anche questa volta, alla prossima!

    RispondiElimina
  14. Whaaaa mi piace un sacco questa versione in nero....ed anche le manine lasssu`
    alla prossima
    francesca

    RispondiElimina
  15. Bhè Dona come promesso domenica pici al nero di seppia per Lepore ;)

    RispondiElimina
  16. Ma che belli neri ottima variante da provare !!!
    Un abbraccio :-)))

    RispondiElimina
  17. ma complimenti per questa superversione!! una meraviglia! però con un aiutante così non vale!! ;) un bacio!

    RispondiElimina
  18. WoW! Una versione che il mio consorte adorerebbe!
    Al prossimo appuntamento.
    Sorrisi per te :-D

    RispondiElimina
  19. ciao Donatella,
    i nostri complimenti...TANTI!!
    Hai preparato una versione bellissima: fra il nero dei pici, il verde del pesto ed il rosso dei gamberi...beh.. un piatto stupendo!
    Un bacio dalle 4apine

    RispondiElimina
  20. Che buona versione al nero di seppia! E che abbinamento coloso al pesto e gamberetti! Bravissima!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  21. lastufaeconomica10 marzo 2014 21:36

    Molto interessante la tua versione, nera e i pomodorini secchi tritati, buono, ciao

    RispondiElimina
  22. Pici al profumo di mare! Sono bellissimi! Brava!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...