Tornare a sentire quel profumo, quel sapore, che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sentire a casa ovunque noi siamo.

lunedì 29 ottobre 2012

Torta delle rose a lievitazione naturale

 









 
Riprendiamo a parlare del lievito madre......in questa ricetta, tratta dal libro "Panificando" ma poi modoficata da me, si  mescolano un pò di nozioni apprese nei vari corsi, un pò di esperienza e tanta sperimentazione....

Ma prima  qualche notizia utile nell'uso del lievito madre:

quando vogliamo fare un lievitato dolce in cui sono presenti numerosi ingredienti quali burro, uova...è necessario che il nostro lievito  sia bello in forza...quindi prima di tutto bisogna rinfrescare il lm ben bene....
Iniziamo la mattina usando la farina che utilizzeremo nella ricetta,( in questo caso una W400 della Molino Rossetto), il rinfresco sarà di 1a1 e cioè  ad esempio: 50 gr. di lievito madre 50 gr. di farina e 25 gr. d'acqua.
Quando arriva a maturazione (si apre a "fiore" in circa 3 ore e raddoppia quindi il suo volume) rinfreschiamo di nuovo...stesso procedimento per un totale di 3 volte...arriviamo alla sera con il lievito bello pimpante  pronto per preparare l'impasto.








Il prodotto che otterremo sarà una morbida "brioche"  scioglievole in bocca , profumatissima e conservabile a lungo...anzi il giorno dopo è ancora più buona..








La ricetta in questione è la  Brioche sfogliata allo zucchero e granella, che troverete a pagina 230 del libro....ma io non  l'ho sfogliata ed è  diventata .....


Torta delle rose con farcitura di crema pasticciera e gocce di cioccolato

Impasto base brioche

Ingredienti:

400 gr. farina forte (io ho usato la molino Rossetto W 400)
120 gr. di latte
100 gr.lievito madre
2   uova
80 gr. burro
40 gr. zucchero 8 gr. sale
vaniglia
crema pasticciera e gocce di cioccolato

Procedimento:

Nella planetaria mettiamo circa la metà del latte con il lm e un pò di zucchero  preso dal totale, e facciamo andare la foglia; mescoliamo per far ammorbidire il lm, ma non sino a scioglierlo totalmente, abbiamo bisogno che conservi la sua struttura, questo ci aiuterà nella lievitazione.
Aggiungiamo il restante latte, poi 1 uovo e mescoliamo,  poi la farina necessaria a formare l'impasto.
Lasciamo lavorare la macchina e quando vediamo che l'impasto inizia ad aggrapparsi alla foglia introduciamo l'altro uovo alternandolo con lo zucchero e la farina restante e alla fine il sale .
Quando  l'impasto prende forza, e cioè inizia a staccarsi dai bordi della ciotola, aggiungiamo il burro morbido( in cui avrete messo i semini della vaniglia), poco alla volta per non perdere l'incordatura, dovete avere pazienza, mettete un altro pezzettino di burro solo quando il precedente è stato assorbito dall'impasto....quando l'impasto è ben incordato sostituite la foglia con il gancio e lasciate lavorare  la planetaria  sino ad avere un impasto  liscio liscio.
Lo trasferite in una ciotola appena unta , coprite con la pellicola  e lasciate  lievitare a temperatura ambiente per 12 ore circa, dovrà triplicare il suo volume.

Il giorno dopo al mattino trasferiamo l'impasto in frigo per almeno 1 ora....questo ci serve per far rassodare l'impasto e permettendoci di stenderlo più facilmente...
Su una tavola ben infarinata stendiamo in un rettangolo dello spessore di circa 7-8mm e spalmiamo con un paio di cucchiai di crema pasticciera , io ho aggiunto  anche delle gocce di cioccolato.
Avvolgete l'impasto a formare un "salame" e con l'aiuto della pellicola strigetelo bene..ora passatelo 10 min in frezzer in modo che sarete agevolati nel tagliare..tagliate il salamino in pezzi di circa 4 cm otterrete così 15 pezzi ...io ne ho messi 10 in uno stanpo da plum cake e gli altri 5 in una teglietta rotonda.
Mi raccomando teglia imburrata e infarinata e le roselline vicine tra loro...perchè in questo modo svilupperrano verso l'alto.
Copriamo con pellicola e facciamo lievitare sino al raddoppio.
Forno 170° per circa 25 min. ma controllate con lo stecchino perchè molto dipenderà dal tipo di teglia che sceglierete per cuocerla.



E buon inizio settimana.....






15 commenti:

  1. soffice come una piuma!!!!!!!!!!!!!!
    bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ...morbida ,soffice e buonissima!!!!

      Elimina
  2. stai diventando la mia ispirazione, ho copiato ieri la corona bordolese, mi sa che copierò anche questa torta di rose :)

    RispondiElimina
  3. felice di esserti utile!!!! ho sbirciato un pò nel tuo blog e lo trovo deli
    zioso!!!!

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Allora voglio vedere se la provi!!!
      grazie!!!

      Elimina
  5. Alba De Simone29 ottobre 2012 22:36

    Deve essere favolosa...una sola perplessità, 2 cucchiaiate di crema non sono poche????

    RispondiElimina
  6. Ciao, 2 cucchiai sono sufficienti...altrimenti quando riavvolgi ti esce tutto...te lo dico per esperienza personale!!!!

    RispondiElimina
  7. Bravissima Donatella, come sempre!!! Viene voglia di mangiarla tutta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola infatti è già finitaaaa!

      Elimina
  8. Mah Domatella questo lievito madre me lo devi spiegare bene bene io è lui non ci capiamo proprio! Ahahahahah splendida esecuzione della torta

    RispondiElimina
  9. Cara Antonietta devi studiareeeeee!!!!!
    Baci!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Donatella :-)
    Vorrei fare la tua torta in settimana, sperando sia all'altezzza della tua.
    Vorrei chiederti una cosa, dopo avere arrotolato le rose di mele e averle disposte sopra l'impasto, c'è il rischio che si aprano? Le hai fissate in qualche modo, o è sufficiente il passaggio nello sciroppo?
    Grazie, ciao
    Rita M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, forse ti riferisci alla torta di mele...non ti preoccupare se le metti vicine tra loro, ma proprio strette non si apriranno, e non affonderanno nell'impasto!

      Elimina
  11. Grazie mille e scusa per l'errore

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...